INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.



Palermo

Dopo avere raggiunto Piazza Politeama, e quindi il Teatro Politeama, passando attraverso il Parco della Favorita e via Libertà, vedrete il favoloso Teatro Massimo, dietro di esso il cuore del mercato storico, U Capu, dove storia, tradizione e street food si mescolano con le voci e le facce della gente di Palermo. Qui vedere la Chiesa dell’ Immacolata Concezione, bellezza ristrutturata in stile barocco.

Passerete attraverso vicoli, palazzi e antiche leggende per raggiungere la Cattedrale Normanna con la tomba di Federico II di Svevia e la “Vara” (bara) di argento della Santa Rosalia. Tra i giardini di Villa Bonanno e le antiche rovine di Paleopolis, vedere il Palazzo Reale in cui vivono 3000 anni di storia siciliana e gli splendidi mosaici della Cappella Palatina in cui Arabi, Bizantini e Normanni condivisero le loro conoscenze, segreti esoterici, abitudini e vita con grande tolleranza.

Continuerete pedalando o guidando lungo the antiche fortificazioni dove potete vedere e fotografare San Giovanni degli Eremiti, un bellissimo edificio Arabo-Normanno con le sue cupole. Scoprirete i quartieri medievali, facciate Spagnole e cortili di storiche abitazioni signorili, e  passando attraverso il “Cassaro”, l’ antica strada di Palermo, visiterete i “Quattro Canti” e raggiungere Piazza Bellini dove la Fontana Pretoria, chiamata anche “Fontana della Vergogna”, è locata.
Andando Giù per il Cassaro vedrete Piazza Marina, nell’antico quartiere del porto della Cala dove potete mangiare i tradizionali cannoli siciliani e del buon gelato.
Successivamente tornare a Mondello passando attraverso il Porto di Palermo e il Parco della Favorita.